Open Baladin Fest 2014: il 30 e 31 agosto a Torino si celebra la birra artigianale

Open Baladin Fest 30 e 31 agosto 2014 piazzale Valdo Fusi TorinoUn evento alla sua prima edizione, Open Baladin Fest, che nasce con l’ambizione di diventare un appuntamento fisso annuale con un unico filo conduttore: promuovere la cultura della birra artigianale italiana.
Per Open Baladin il 2014 è l’anno della “maggiore età” ed il tema della manifestazione prevista per sabato 30 e domenica 31 agosto a Torino è “DICIOTTO ANNI DI BIRRA VIVA IN ITALIA”. E’ nel 1996, infatti, che un manipolo di appassionati tra cui Teo Musso, fondatore di Open Baladin, dà vita al movimento che promuove nel mondo la birra artigianale italiana di qualità.
I protagonisti di Open Baladin Fest 2014 saranno proprio i birrai, inviati a raccontarsi e raccontare le loro birre ed a fare un punto sui primi 18 anni della birra artigianale d’eccellenza. Piazzale Valdo Fusi, nel centro storico di Torino, dove ha sede Open Baladin, ospiterà 160 birre alla spina, tutte rigorosamente artigianali, non pastorizzate (vive!) presentate e descritte da produttori ed esperti. Tanti saranno, nei due giorni di manifestazione, i momenti di cultura che permetteranno approfondimenti per gli appassionati del mondo brassicolo ed un avvicinamento per chi ancora non conosce il mondo della birra artigianale.
Durante tutta la durata dell’evento le birre verranno raccontate da un narratore d’eccezione: Lorenzo Dabove, il beer taster più famoso d’Italia che introdurrà agli stili, ai birrifici e racconterà come si degusta una birra creando dei veri e propri momenti di istruzione birraria.
Saranno gli stessi birrai, invitati come ospiti, che si racconteranno e racconteranno le loro creazioni. Durante Open Baladin Fest 2014 non mancheranno i rappresentanti di Slow Food che proporranno al pubblico la “Guida alle birre d’Italia” edizione 2015, un valido strumento per conoscere una grande selezione di birrifici italiani.
Saranno presenti gli amici di MoBI, Movimento Birrario Italiano, un gruppo spontaneo di consumatori consapevoli con l’intento di rappresentare gli interessi dei semplici consumatori di birra e presentare la ”Guida MoBI ai Locali Birrari”. Si tratta di una Guida ai migliori locali birrari italiani, scelti rigorosamente in funzione della qualità dell’offerta e della selezione birraria: 650 locali di diversi tipi (pub, brewpub, beershop ma anche ristoranti, pizzerie, gastronomie), tutti visitati, selezionati e recensiti (con descrizione e informazioni dettagliate per poterli visitare) da decine di collaboratori appartenenti a MoBI.
Nella giornata di domenica 31 agosto 2014, verrà fatta una “cotta pubblica” e cioè verrà prodotta sul piazzale una birra.
160 birre vive artigianali di qualità in degustazione a Open Baladin Fest 2014 a Torino il 30 e 31 agostoQuesto grazie alla collaborazione dell’associazione Birrando e Gustando che illustrerà agli interessati tutte le fasi del processo di produzione della birra con particolare attenzione a quella “fatta in casa”. Verranno raccontati i processi, le materie prime e le strumentazioni necessarie perché tutti possano produrre la propria birra diventando degli homebrewer.  Nei due giorni di festa, si svolgeranno delle “Officine Gastronomiche Birrarie” presentate dalla chef belga Caroline Noel e raccontate da chef Kumalè. Posti limitati: per prenotarsi chef@kumale.net.
La festa si svilupperà su due giornate, il sabato 30 di Agosto (dalle 18 alla 1) e domenica 31 Agosto (dalle 10:30 alla 1).  56 i birrifici coinvolti e che a turno racconteranno le loro creature.
La degustazione di birra sarà accompagnata da un’offerta di cinque proposte di street food italiano attentamente selezionate: Consorzio Focaccia di Recco (Liguria) – La Bombetta della valle d’Itra (Puglia) – Lampredotto e trippa fiorentina (Toscana) – Il gnocco fritto (Emilia Romagna) -La patata ripiena (Piemonte).
Completeranno la proposta culinaria di Open Baladin Fest 2014 i fritti e gli hamburger preparati dai ragazzi di Open Baladin Torino.  Numerosi gli eventi organizzati in concomitanza con la manifestazione birraria per rafforzare il legame con la città di Torino e con i tanti giovani che affollano quotidianamente piazzale Valdo Fusi.

Open Baladin Fest 2014
Sabato 30 e Domenica 31 agosto
piazzale Valdo Fusi- Torino
160 birre vive in degustazione, cucina di strada e molto altro!

Extradolce: il 21 giugno a Torino la passeggiata più dolce che ci sia!!

Extradolce Torino sabato 21 giugno 2014 dalle 11.30 alle 18.00 un percorso alla scoperta di pasticcerie e gelaterieLa Città del Gusto di Torino, in collaborazione con Ascom Confcommercio di Torino e provincia, la Centrale del latte di Torino con il patrocinio del Comune di Torino invita residenti e turisti ad un evento imperdibile: Extradolce, la camminata più dolce che ci sia attraverso le migliori gelaterie e pasticcerie del centro storico della città della Mole.  Una lunga e golosa passeggiata del gusto per le vie della città per assaggiare il meglio del gelato e del dolce artigianale Made in Torino: dieci gelaterie e dieci pasticcerie da scoprire o riscoprire in compagnia degli amici e di tutta la famiglia. Per l’occasione sarà proposto al pubblico un nuovo gusto di gelato prodotto con la panna della Centrale del Latte dal nome “Extradolce“. La passeggiata golosa partirà dalla sede della Città del gusto di Torino, in corso Stati Uniti 18/A. Gli iscritti allo “street food” più dolce d’Italia passeggeranno liberamente per le vie della città alla ricerca dei più famosi maestri della scuola dolciaria torinese. Extradolce, un evento che prende spunto dalla Stragelato di qualche anno fa, è stato incoraggiato dai produttori e dai commercianti della città di Torino e vuole essere il più diffuso possibile sul territorio cittadino per richiamare anche l’attenzione dei turisti in arrivo per il ponte di San Giovanni. Extradolce non sarà solo l’occasione per conoscere e degustare i migliori prodotti artigianali del territorio, ma anche una opportunità per ammirare a piedi o in bici alcune zone della città da un altro punto di vista… Mamme, bambini, famiglie, gruppi di amici, gourmet ed amanti del gelato: tutti possono aderire e condividere attraverso la pagina Facebook Città del Gusto Torino Gambero Rosso foto, commenti e consigli. Extradolce, infatti, animerà anche il mondo del web grazie ai numerosissimi fans del Gambero Rosso, la community che conta circa più di 200mila “gastrofanatici”. Turisti e residenti a Torino potranno iscriversi online sul sito del Gambero Rosso fino al 20 giugno e presentarsi dalle 9.30 alle 11 del 21 giugno al punto di partenza presso la Città del gusto di Torino. I partecipanti riceveranno una mappa con le 20 tappe che corrispondono agli artigiani aderenti alla iniziativa. La partenza della passeggiata Extradolce di sabato 21 giugno 2014  è presso la sede della Città del gusto Gambero Rosso in Corso Stati Uniti 18/a, l’arrivo è alla Cascina Marchesa, sede della Turin Marathon in Corso Regina Margherita 317 (all’interno del Parco Carrara), partner prestigioso di questa manifestazione originalmente “atletica”. Grazie alla collaborazione con La Stampa e con [TO] BIKE si potrà scegliere tra due percorsi tematici, da percorrere a piedi o in bici Gelaterie o Pasticcerie, ma solo i primi che raggiungeranno tutte le tappe golose potranno ricevere gli ambiti premi messi in palio.

1 Premio al CAMPIONE EXTRADOLCE (chi raggiunge tutte le tappe in minor tempo) consistente in:

-2 corsi di cucina amatoriale Gambero Rosso

-1 Contapassi offerto da Jolly Sport

-1 Abbonamento annuale [TO] BIKE

2 Premi ai CAMPIONI SEMIDOLCI (1 a chi fa il percorso gelaterie e 1 per il percorso pasticcerie) consistenti in:

-Borsa frigo con prodotti della Centrale del latte

-Coupon Sconti Città del gusto Torino

Al partecipante SENIOR: occhiali sportivi da Jolly Sport

Al partecipante JUNIOR: zaino sportivo da Jolly Sport

Le iscrizioni ad Extradolce possono essere fatte online sul sito ufficiale della Città del Gusto di Torino Gambero Rosso.
I primi 100 iscritti riceveranno la Tshirt dell’evento. È possibile prenotarsi anche mandando una email a torino@cittadelgusto.it entro il 20 giugno e pagare la quota di iscrizione presso la Città del gusto di Torino in Corso Stati Uniti 18/A dalle 9.30 alle 17.30, da lunedì a venerdì entro la stessa data.

Costo iscrizione Extradolce: 10€

Sconti speciali: Lettori “La Stampa”:  5 € Abbonati [TO] BIKE:  5 €

Partenza: ore 11.30 Corso Stati uniti 18/A, sede Città del gusto Torino. Arrivo: entro le ore 18.00, Corso Regina Margherita 371, sede TURIN MARATHON. Alle 18.30 premiazione dei vincitori ed aperitivo

Info: torino@cittadelgusto.it –  011 4546594, da lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.30
Scarica la mappa con le tappe del percorso di Extradolce e le modalità di svolgimento della manifestazione:

Mappa percorso Extradolce Torino sabato 21 giugno 2014

Torino Jazz Festival III edizione dal 25 aprile al 1° maggio 2014

Torino Jazz Festival 25 aprile 1 maggio 2014La terza edizione del Torino Jazz Festival, che si svolgerà dal 25 aprile al 1° maggio 2014,  sarà un vero e proprio viaggio nel mondo del jazz che vedrà la presenza di artisti provenienti da tutto il mondo. Per sette giorni Torino sarà un jazz club a cielo aperto, dove i migliori jazzisti al mondo si esibiranno  per le vie del centro storico, nei locali e nei circoli della città. I concerti principali del TJF si svolgeranno in piazza Castello, il Fringe Festival tra i Murazzi lungo il Po e nei locali vicini. I concerti a pagamento delle ore 18.00 si svolgeranno in alcune sale da concerto della città, mentre in altri spazi del centro storico di Torino avranno luogo incontri letterari, rassegne cinematografiche, workshop ed eventi a tema. Un tram itinerante, con a bordo musicisti jazz, inonderà di musica tutta la città. Una vettura straordinaria, in giro per le Circoscrizioni di Torino durante i giorni del festival, porterà il jazz in luoghi inconsueti. Sarà una bella sorpresa vedere la Lippa Jazz Band portare energia e buonumore a chi fa la spesa, torna da lavoro o da scuola. Un divertimento assicurato per tutti! Diverse le collaborazioni previste per l’edizione 2014 del TJF come dimostra la realizzazione del Jazz della Liberazione in programma per venerdì 25 aprile. La concomitanza dell’inizio del Torino Jazz Festival con il giorno della Festa della Liberazione è, infatti, frutto di una precisa scelta. Da musica clandestina sotto il regime fascista, il jazz è divenuto dopo il 25 aprile sinonimo di libertà. A partire dal tema della Liberazione è stato organizzato un percorso storico e musicale che calerà il pubblico torinese nell’atmosfera degli anni ’40 e della musica swing, accompagnandolo verso gli appuntamenti di Piazza Castello di Trovesi & Filarmonica Mousiké nel pomeriggio e di quello serale di Daniele Sepe con i quali si aprirà ufficialmente il Festival.
Per conoscere nel dettaglio l’articolato programma del Torino Jazz Festival, scoprire le date dei concerti ed approfondire tutti gli eventi legati a questa bellissima manifestazione organizzata con il Patrocinio del Comune di Torino è possibile consultare il sito ufficiale del TJF.

Torino Jazz Festival 
25 aprile / 1 maggio 2014
Numero Verde 800329329
torinojazzfestival@comune.torino.it
Scarica il programma completo del Torino Jazz Festival in pdf 

Play with Food 5 – La scena del cibo: Torino 26-30 marzo 2014

Play with Food 5 - La scena del cibo: Torino 26-30 marzo 2014Play with Food – La scena del cibo, il primo festival torinese di arti visive e performative interamente dedicato al cibo, è  ideato e curato dall’Associazione CuochiLab e dai Cuochivolanti.
Il programma della quinta edizione include, tra gli altri, progetti selezionati attraverso quattro bandi d’idee rivolti a creativi di ogni disciplina.
Il festival, nato nel 2010 da un’idea dei Cuochivolanti, giovane impresa torinese impegnata sul doppio fronte della cucina e del teatro, e dell’Associazione CuochiLab, è in grado di raccogliere proposte di teatranti, performers, artisti visivi, fotografi e danzatori capaci di confrontarsi in modo creativo con il tema del cibo per riportarlo al centro di una riflessione artistica, politica e filosofica, senza trascurare il gioco e il divertimento.
Play with Food 5 un progetto di Assolab e CuochivolantiL’edizione 2014 di Play with Food vede alcune importanti novità: in controtendenza con la situazione attuale del panorama artistico e culturale, PWF5 vuole dare un piccolo segnale di ottimismo aumentando, rispetto all’ultima edizione, i compensi previsti per gli artisti e stringendo nuove collaborazioni per incentivare la distribuzione e la visibilità dei progetti, grazie alla partecipazione della curatrice e critico d’arte Olga Gambari, dell’etichetta discografica indipendente Megasound, dello spazio ZonaK e di ArteSera Produzioni. Nello specifico, ZonaK e Megasound ospiteranno nelle proprie stagioni alcuni progetti selezionati dal programma di PWF5, garantendo agli artisti un passaggio in piazze prestigiose e importanti come Milano e Roma.
Play with Food inizierà il 26 marzo alle ore 18.30 a Torino allo spazio Qubì, dove aprirà la ricca sezione dedicata alle arti visive, con opere video, installazioni e fotografie di artisti di tante città italiane. Accompagnerà l’inaugurazione un aperitivo curato dai Cuochivolanti e un intervento di Cocina Clandestina (radio GRP)Le opere saranno visibili per tutta la durata del festival: tutti i pomeriggi dalle 16 alle 19. Quest’anno “una chicca” della sezione arti visive sarà dislocata presso La Perla di Torino (via Catania, 9) dove sarà visibile il video di Riccardo Rea (FR). Il 19 marzo alle 18.30 La Perla ospiterà anche l’incontro ufficiale di presentazione del festival.
Il 27, 28 e 29 marzo 2014 saranno protagoniste le underground dinner, tre “cene artistiche” in tre case private, accompagnate da eventi performativi. Il 27 marzo alle 20.30 sarà il turno di Cristina Mantis e Francesca Angeleri (TO) con Magna Istria; il 28 marzo alle 19.30 e alle 21.30 ci sarà U-Combo (RM) con CenaSalvaCrisi; il 29 marzo alle 19.30 e 21.30 sarà la vota di Teatro InUso (RM) con Re-Implere. Le location rimarranno segrete e saranno comunicate all’ultimo momento, tramite un sms, solo ai partecipanti. Il 29 marzo alle 21.00 il festival chiuderà ufficialmente alle Officine Corsare con una serata musicale. Domenica 30 marzo, alle 10.30 al Cineteatro Baretti, si saluterà il pubblico con una Cinecolazione in collaborazione con il Centro Nazionale del Cortometraggio, che ha selezionato per l’occasione un ricco programma di cortometraggi dedicati al tema del cibo, e interamente declinato sulla tecnica dell’animazione. Tutti gli appuntamenti saranno accompagnati da momenti conviviali a cura dei Cuochivolanti con la collaborazione di piccole e innovative imprese locali in qualità di food sponsor, tra cui diversi Maestri del Gusto, selezionati in collaborazione con la Camera di Commercio di Torino.

Play with Food – La scena del cibo, il primo festival torinese di arti visive e performative dedicato al ciboLuoghi di Play with Food 5:

Associazione QuBì > via Parma 75, Torino / Caffè della Caduta > via Bava 39, Torino / Officine Corsare > via Pallavicino 35, Torino
La Bottega del Caffè > c.so Galileo Ferraris 266, Torino / CineTeatro Baretti > via Baretti 4, Torino / … e tre location segrete!

Biglietti:

26 marzo Inaugurazione festival ingresso libero / 7,00 € * aperitivo27-28-29 marzo Underground Dinner 30,00 € * – 35,00 € cena performativa (prenotazione obbligatoria)
27-28 marzo Spettacoli e aperitivo 15,00 € * aperitivo + 2 spettacoli (prenotazione consigliata)
29 marzo Pomeriggio bimbi 8,00 € merenda + spettacolo (prenotazione consigliata)
29 marzo Serata musicale 15,00 € * concerto + aperitivo (prenotazione consigliata) / Festa: ingresso libero
30 marzo CineColazione 5,00 € * colazione + proiezione
*Bigliettone 65,00 € tutti gli eventi contrassegnati con l’asterisco

Informazioni:

Cuochivolanti + 39 346 858 67 17 – www.playwithfood.itwww.cuochivolanti.it
Prenotazioni Cuochivolanti + 39 342 35 01 054 – prenota@playwithfood.it

 

La Ristonomia a Torino: dove la cucina tradizionale piemontese sposa l’innovazione

La Ristonomia via Bertola 41-e Torino ristorante caffetteria gastronomiaUn ristorante accogliente e dal design moderno ed essenziale, dove sedersi al tavolo con gli amici, gustando i sapori della cucina tradizionale piemontese, fatta di ingredienti genuini e prodotti a km zero. Ma anche una ricca gastronomia dove non manca il banco dei salumi e quello dei formaggi, una selezione di vini e birre ed una sezione dedicata ai prodotti dietetici per intolleranti al glutine. O ancora catering, servizio di chef a domicilio ed una caffetteria che offre dolci di produzione propria al mattino a colazione o all’ora del the. Tutto questo è La Ristonomia, inaugurata a dicembre 2013 in via Bertola 41/3 a Torino. Il locale è aperto 7 giorni su 7 dalle 10.00 alle 20.00 ed al venerdì e al sabato anche per cena ed apericena con menu alla carta. La Ristonomia offre ricette tradizionali piemontesi rivisitate (zuppe, brasati, flan, torte salate) da gustare al ristorante o da acquistare al banco gastronomia per essere consumate a casa.
Il locale nasce dalla passione per la tradizionale cucina contadina della famiglia di Alessio Lovallo, fondatore e gestore de La Ristonomia, che ha alle spalle 27 anni di attività nel campo della ristorazione, gli ultimi 18 trascorsi nell’attività agricola e agrituristica tra le colline del Monferrato. La Ristonomia, che nasce nei locali che furono della storica gastronomia Pia e Mela, fondata a Torino nel 1898, punta ad essere un punto di incontro con wifi gratuito ed un’ampia scelta di quotidiani e riviste in consultazione, workshop e corsi di cucina amatoriali.

La Ristonomia via Bertola 41-e Torino concept moderno ed innovativo che offre cucina tradizionale piemonteseLa Ristonomia
Via Bertola, 41/e Torino 
www.laristonomia.it
info@laristonomia.it
Twitter.com/laristonomia
Facebook.com/laristonomia

A marzo 2014 apre a Torino MiaGola Caffè, il primo “cat cafè” italiano

 MiaGola Caffè il primo Cat Cafè italiano apre a Torino a marzo 2014Aprirà nel mese di marzo 2014 in Via Amendola al civico 6d a Torino MiaGola Caffè, un locale assolutamente speciale, dedicato a tutti gli amanti degli animali e dei gatti in particolare, alle famiglie, ai giovani genitori con i loro bimbi, a tutti coloro che hanno sempre desiderato avere un gatto ma non hanno mai saputo decidersi.
Dalla colazione all’aperitivo, MiaGola Caffè, proprio nel centro di Torino, sarà il locale perfetto dove trascorrere momenti di relax in compagnia di una colonia di dolcissimi mici. Un locale assolutamente da non perdere, nato dall’amore e dal rispetto della giovane proprietaria Andrea Levine per i gatti.
L’idea di un locale “dei gatti” è nata anni fa prima a Taiwan e poi in Giappone ed ora sta letteralmente spopolando in Europa. L’obiettivo è quello di dare vita ad un’isola felice per gatti e persone all’interno della quale protetti e controllati (e soprattutto sicuri nel rispetto di tutte le norme igieniche) uomini e felini possano liberamente interagire e scambiarsi coccole.  Non c’è da stupirsi se in tutta Europa la moda dei cat café ha conquistato città come Vienna, Berlino, Budapest, Londra, Parigi! Le fusa dei gatti, si sa, hanno un effetto benefico sull’uomo e la profusione di coccole e di affetto è di grande importanza per il corpo e per lo spirito.
MiaGola Caffè il locale di Torino dove interagire liberamente con i gattiIl MiaGola Caffè è un progetto complesso ed articolato: in primo luogo parte da una concezione tutta al femminile, il personale impiegato sarà infatti composto di sole donne (perché i gatti sono soprattutto amati dalle donne e saranno proprio loro a prendersene cura), poi sarà un luogo tecnologico con free wi-fi per restare collegati con il mondo. Un videowall trasmetterà continuamente le immagini dei canili e dei gattili del territorio, in collaborazione con lazampa.it e tutte le strutture che ospitano animali abbandonati in cerca di una nuova casa.
MiaGolà Caffè sarà il luogo per incontrarsi, scambiare opinioni o rilassarsi un attimo, sarà soprattutto un locale all’interno del quale la socializzazione sarà facile e possibile. Il tutto accompagnato da una cucina sana, che coniugherà esperienze del territorio con esperienze internazionali perché all’amore per gli animali al MiaGola Caffè si unisce anche quello per il buon cibo.
La parola d’ordine dell’innovativo caffè di Torino sarà amore e proprio dall’amore per gli animali nasce l’idea di Andrea Levine.
Saranno 6 i gatti che vivranno al MiaGola Caffè tutti riscattati da vari gattili del territorio (Andrea svolge, infatti, attività di volontariato presso una di queste strutture ed i suoi due gatti, Muffin e Cupcake, arrivano proprio da lì e sono stati una fonte di ispirazione del progetto).
Per tutti coloro che vogliono aiutare Andrea Levine a realizzare il suo progetto, è attiva fino al 26 Febbraio una campagna di crowdfunding a questo link: http://goo.gl/770mFR

Sei i gatti di MiaGola Caffè a Torino tutti provenienti da gattili piemontesiMiaGola Caffè
Via Amendola, 6D Torino
www.miagolacaffe.it
facebook.com/MiaGolaCaffe
twitter.com/MiaGolaCaffe

Savurè a Torino, il pastificio con cucina dove la tradizione sposa lo street food

 Aperto in Via Garibaldi a Torino Savurè pastificio con cucinaSavuré è il nuovo concept gastronomico di Torino, aperto nella centralissima Via Garibaldi, dove vivere una vera esperienza culinaria. Un luogo davvero originale: non un semplice pastificio e neanche un classico ristorante, non un fast food e nemmeno una gastronomia: la definizione esatta di Savuré è “pastificio con cucina”.
Da Savuré, un locale dall’atmosfera calda e informale, divertente e casalinga, con laboratorio e cucina a vista, è possibile assaporare 16 tipi diversi di pasta fresca fatti in casa, tutti realizzati nel rispetto delle ricette tradizionali e all’insegna della genuinità, accompagnati da oltre 14 tipi di condimenti differenti.
Savuré è un luogo dove scoprire sapori sempre nuovi e riscoprirne altri oramai dimenticati ma anche dove sperimentare abbinamenti diversi, alcuni classici altri più creativi. Si possono trovare tipicità regionali come le raviole piemontesi ai tre arrosti, ribattezzate Raviole Savuré, i Malloreddus sardi, i Pici toscani, la Busiata siciliana, le Chitarre abruzzesi ma anche paste “celebri” come i Maccheroni, i Bucatini, le Tagliatelle e gli Gnocchi tutte realizzate nel rispetto della ricetta tradizionale e con ingredienti selezionati.
Si possono gustare i piatti di pasta, preparati da chef giovani ma rispettosi della tradizione, direttamente all’interno del locale, oppure acquistare la pasta cruda e i sughi per cucinarli a casa, o ancora ordinare il piatto già pronto e consumarlo dove si preferisce, anche in strada, trasformando la più amata delle specialità italiane in un vero e proprio street food.
Al rispetto delle ricette tradizionali nella preparazione delle paste, fa da contraltare in Savuré la modernità di un locale giovane dove trionfa un modo contemporaneo e coinvolgente di mangiare.
La quasi totalità delle paste fresche Savuré è realizzata con lo speciale Macinato Savuré, ottenuto dall’unione tra il Macinato Savuré di grano tenero (farina di grano tenero macinato a pietra) e il Macinato Savuré di grano duro ( farina e semola di grano duro macinate a pietra), prodotti con il grano duro proveniente dal territorio pugliese, patria del miglior grano duro d’Italia, e il grano tenero proveniente dalle rigogliose terre piemontesi.
 Savurè a Torino pastificio con cucina e laboratorio a vista dove assaggiare o acquistare pasta fresca fatta in casaGrazie alla macinazione a pietra scelta da Savurè, infatti, il germe di grano rimane vivo e vengono preservate al meglio tanto le fibre quanto le qualità organolettiche della farina.
I condimenti con cui Savuré accompagna le proprie paste provengono da un unico produttore – fornitore, l’azienda artigiana toscana “Alla Gusteria”.
I sughi sono realizzati con materie prime di altissima qualità, attentamente selezionate in base alla stagionalità e alla zona d’origine, e nascono da ricette provenienti un po’ da tutte le regioni d’Italia, in modo da offrire il meglio del panorama culinario nazionale. L’ampia proposta Savuré comprende sughi vegetariani, sughi di carne e sughi di pesce, alcuni classici altri più originali e curiosi. L’ampia proposta di paste e di sughi permette abbinamenti diversi ed assicura ai clienti di Savuré la possibilità di provare ogni giorno un piatto nuovo.
Il Menù Savuré prevede infatti 6 piatti fissi e 3 piatti che cambiano quotidianamente, ruotando tra loro in base anche alla disponibilità delle materie prime dei sughi e alla creatività dello chef.
Oltre alla pasta, il menù comprende anche la Pappa Savuré e diversi tipi di insalata e, per concludere il pasto, una selezione di dessert e frutta fresca.
Torino rappresenta per Savuré un punto di partenza, un laboratorio per testare la risposta di uno dei pubblici più esigenti, quello di una città riconosciuta da molti come Capitale del gusto.
Savuré è anche un format pronto per essere esportato in altre piazze, soprattutto europee, tanto che nel suo immediato futuro vivrà una nuova apertura a Londra.

 Savurè a Torino tanti tipi diversi di pasta e sughi fatti in casa, disponibili anche take awaySavurè a Torino
Via Garibaldi 38
Aperto 7 giorni su 7 con orario continuato dalle 10.00 alle 22.00
www.savure.it
Info:torino@savure.it
Telefono: 011-196.653.00

MixTo: nasce al Politecnico di Torino il primo polo gastronomico

 MixTO a Torino un locale di tendenza composto da ristorante, caffetteria e snackeria, capace di soddisfare ogni esigenza di gustoGrande folla a Torino per l’inaugurazione di MixTO, il nuovo esclusivo polo gastronomico di Torino, integrato nella Cittadella Politecnica di Corso Castelfidardo.
Un locale di tendenza aperto a tutta la città, composto da ristorante, caffetteria e snackeria, capace di soddisfare ogni esigenza di gusto, di tempo e di relax. Aperto il 15 gennaio 2014, Mixto aggiunge un ulteriore tassello al completamento del Campus del Politecnico di Torino che si propone di diventare un nuovo esclusivo spazio di aggregazione per la città di Torino, e connota l’area, non solo come luogo di apprendimento e di ricerca, ma anche come centro di attrazione di importanti investimenti, di incontro e riqualificazione urbana.
MixTO si prefigge l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione e alla rivitalizzazione dell’area, destinandola a una vasto target di visitatori, con un utilizzo in fasce orarie che vadano oltre a quelle collegate alle attività di studio e di lavoro e con un’offerta che coniuga qualità, relax e intrattenimento.
Sono intervenuti all’inaugurazione di MixTO il Sindaco di Torino Piero Fassino, il Rettore del Politecnico Marco Gilli, la Presidente di CAMST Antonella Pasquariello, il Direttore Div. Piemonte Liguria CAMST Claudio Marsili, Head of Marketing Retaling Lavazza Gloria Bagdadli.
Il concept del locale è firmato da Camst, società leader nella ristorazione, con un investimento di oltre due milioni di euro.
Aperto dalla mattina fino a tarda sera, MixTO accoglierà gli ospiti con il suo look originale, un sapiente mix di stile moderno e comfort metropolitano, ma soprattutto con la varietà e la qualità della sua offerta gastronomica. Sorto all’interno di una imponente struttura architettonica, nel contesto di un recupero industriale, MixTO integra al suo interno tre differenti aree dedicate al gusto: la caffetteria, ideale per le prime colazioni o per i coffee break, ma anche punto di incontro dopo il lavoro, per gustare aperitivi e cocktails; la snackeria, ideale per concedersi uno spuntino o assaggiare golosi finger food; il ristorante, aperto a pranzo ed a cena, dove è possibile scegliere tra le pietanze del menù del giorno e i piatti del menù a la carte, con la comodità del servizio al tavolo.
E’ possibile continuare la serata dopocena, assaporando cocktail, degustando vini e birre artigianali, accompagnati dalla note dei DJ set.
MixTO, il nuovo esclusivo polo gastronomico di Torino, integrato nella Cittadella Politecnica di Corso CastelfidardoPartner del progetto è Lavazza che per l’area della caffetteria ha scelto il concept internazionale Lavazza Espression.
MixTO è uno spazio in cui un sapiente progetto di recupero ha saputo preservare l’origine industriale del fabbricato attraverso la valorizzazione di elementi strutturali come il cemento armato, le travi metalliche ed i pilastri in legno; allo stesso tempo, MixTO è uno spazio di comfort e benessere per i visitatori: arredi, tavoli, sedute sono adatti alle diverse esigenze della clientela diurna e notturna, mentre il benessere luminoso è assicurato dalla luce naturale, che si fonde alle diverse ambientazioni luminose create da oltre centocinquanta corpi illuminanti a tecnologia LED programmati da un innovativo sistema di domotica.


 MixTO contribuisce alla valorizzazione dell'area del Politecnico di TorinoMixTO Food & Drink Formula

Corso Castelfidardo, 34A
10128 Torino

In mostra al Quadrilatero Romano di Torino il design autoprodotto di Swartlab

02Grande successo alla prima edizione di Turna, al Quadrilatero Romano di Torino, per i giovani  designer di Swartlab, innovativo e-commerce di complementi d’arredo e oggetti di design creativo. All’esposizione, realizzata presso lo Spazio K-hole in Via Sant’Agostino 17, hanno partecipato 22 creativi del team di Swart con 80 prodotti tra arredi, illuminazione, gioielli e tessuti… continua a leggere.

Grande successo al Quadrilatero Romano a Torino per la prima edizione di Turna, mostra mercato dedicata al design dell’inclusione

turna TorinoSi è conclusa domenica 26 Maggio la prima edizione di Turna, mostra mercato dedicata al design dell’inclusione che si è svolta al Quadrilatero Romano di Torino. Il termine inclusione, esteso al design, sta a rappresentare la possibilità di realizzare oggetti funzionali attraverso la decostruzione ed il  riassemblamento di prodotti già esistenti. La prima edizione di Turna è nata proprio dall’esigenza di rappresentare tanti designer professionisti che autoproducono le proprie creazioni con tecniche artigianali e che, grazie alla collaborazione di 32 spazi all’interno del Quadrilatero Romano di Torino hanno avuto la possibilità di esporre le proprie realizzazioni in un contesto di grande fascino nel centro storico della città… continua a leggere